Valeria Ricca

Bio

Non ho più la forza. Dovrai continuare senza di me. - Neanche per sogno arriverai in cima a quella montagna, pure se hai le gambe rotte.- Tu sei pazzo, lo sai? - Questa non è una novità. - D'accordo, promettimi una cosa: se muoio prima di raggiungere la vetta dovrai utilizzarmi come alimento alternativo.- Sei disgustoso. - Accidenti, mangiami. E' un ordine. - Magari solo le maniglie dell'amore. - Ho le maniglie dell'amore? - Si. Piccoline. The Truman Show "Fata volentem ducunt, nolentem trahunt" <> <> W. Shakespeare, "Sogno di una notte di mezza estate" "E il Corvo, mai svolazzando, ancora è seduto, ANCORA STA sul pallido busto di Pallade proprio sopra l'uscio della mia porta; e i suoi occhi hanno tutto l'aspetto di un diavolo che sogna, e il lampo di luce su di lui proietta la sua ombra sul pavimento; e la mia anima fuori da quell'ombra che giace fluttuante sul pavimento non si rialzerà -Mai più!" E.A.Poe "Il Corvo" « Che accadrebbe se un giorno o una notte, un demone strisciasse furtivo nella più solitaria delle tue solitudini e ti dicesse: “Questa vita, come tu ora la vivi e l’hai vissuta, dovrai viverla ancora una volta e ancora innumerevoli volte, e non ci sarà in essa mai niente di nuovo, ma ogni dolore e ogni piacere e ogni pensiero e sospiro, e ogni indicibilmente piccola e grande cosa della tua vita dovrà fare ritorno a te, e tutte nella stessa sequenza e successione [...]. L’eterna clessidra dell’esistenza viene sempre di nuovo capovolta e tu con essa, granello della polvere!". Non ti rovesceresti a terra, digrignando i denti e maledicendo il demone che così ha parlato? Oppure hai forse vissuto una volta un attimo immenso, in cui questa sarebbe stata la tua risposta: "Tu sei un dio e mai intesi cosa più divina"?.» Friedrich Wilhelm Nietzsche, La gaia scienza, aforisma 341 "Guarda questa porta carraia! Nano! continuai: essa ha due volti. Due sentieri convengono qui: nessuno li ha mai percorsi fino alla fine. Questa lunga via fino alla porta e all'indietro: dura un'eternità. E quella lunga via fuori della porta e avanti è un'altra eternità. Si contraddicono a vicenda, questi sentieri; sbattono la testa l'un contro l'altro: e qui, a questa porta carraia, essi convengono. In alto sta scritto il nome della porta: "attimo". Ma, chi ne percorresse uno dei due sempre più avanti e sempre più lontano: credi tu, nano, che questi sentieri si contraddicano in eterno?". "Tutte le cose diritte mentono, borbottò sprezzante il nano. Ogni verità è ricurva, il tempo stesso è un circolo". [...] Ognuna delle cose che possono camminare, non dovrà forse avere già percorso una volta questa via? Non dovrà ognuna delle cose che possono accadere, già essere accaduta, fatta, trascorsa una volta? F.W.Nietzsche "Così parlò Zarathustra" "Anche la bestia più feroce sa cosa sia un minimo di pietà. Io non sono una bestia." [Riccardo III] "Amanti e pazzi hanno fervida mente, fecondo immaginar, che concepisce più idee che la ragione non intenda. L'insensato, l'amante ed il poeta son tutti fantasia. L'uno demoni in maggior copia vede che l'Averno immenso non ricinga; ed è il demente. L'innamorato, ch'egli pur delira, scorge in un viso egizio la bellezza d'Elena argiva. L'occhio del poeta, volgendosi in sublime frenesia, mira di terra in ciel, di cielo in terra; e al modo che la mente va formando idee di cose ignote, el colla penna le configura, e la dimora e 'l nome conferisce ad un nulla evanescente. Del forte immaginare è l'artifizio tal, che se gioia sogni, esso un datore di quella gioia tosto concepisce." [Sogno di una notte di mezza estate]

Latest Insta posts