Alessandra Elisa Marghella

Bio

« L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. » (Italo Calvino, "Le città invisibili", 1972) Hoc tibi soli putas accidisse et admiraris quasi rem novam quod peregrinationes tam longa et tot locorum varietatibus non discussisti tristitiam gravitatemque mentis ? Animum debes mutare, non caelum. Licet vastum traieceris mare, licet, ut ait Vergilius noster, terraeque urbesque recedant, sequentur te quocumque perveneris vitia. Hoc idem querenti cuidam Socrates ait, “ quid miraris nihil tibi peregrinationes prodesse, cum te circumferas? Premit te eadem causa quae expulit “. Quid terrarum iuvare novitas potest ? Quid cognitio urbium aut locorum ? In inritum cedit ista iactatio. Quaeris quare te fuga ista non adiuvet ? Tecum fugis. (...) Cum hac persuasione vivendum est: “ non sum uni angulo natus, patria mea totus hic mundus est “ (Seneca, "Epistulae ad Lucilium, XXVIII") "Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa succeda. È raro vincere, in questi casi, ma qualche volta si vince." ("Il buio oltre la siepe", Harper Lee) "E poi, lentamente, molto lentamente, dimentichi le persone, quelle che sembravano indelebili. Sbiadiscono a poco a poco. Dimentichi. Li dimentichi tutti quanti. Persino quelli che dicevi di amare, anche quelli che amavi veramente. Sono gli ultimi a scomparire. E una volta che hai scordato abbastanza, puoi amare qualcun altro." (Gabrielle Zevin, "Non ricordo perché ti amo")

Latest Insta posts

Current Online Auctions